Universitą degli Studi di Pavia - Facoltą di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pił aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Zoologia sistematica e applicata

Zoologia sistematica e applicata

Corsi di laurea:
Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura
Docenti:
Malacrida Anna Rodolfa
Anno accademico:
2010/2011
Crediti formativi:
9
Ambiti:
BIO/05, AGR/11
Decreto Ministeriale:
270/04
Lingua di insegnamento:
Italiano

Modalitą

Esame orale

Prerequisiti

Conoscenze di Zoologia Generale

Programma

Il 1° modulo ha lo scopo di fornire conoscenze sui caratteri generali degli organismi animali, in funzione dell’ordinamento della loro diversitą su base evolutiva e filogenetica. Dopo la parte introduttiva sui principi della sistematica e sui metodi di classificazione, verrą analizzato il piano strutturale (Bauplan) e i pattern di sviluppo dei principali phyla di Protozoi e Metazoi Invertebrati (Poriferi, Cnidari, Platelminti, Aschelminti, Molluschi, Anellidi, Artropodi, Echinodermi) enfatizzando sia le origini filogenetiche, sia le specializzazioni evolutesi all’interno di ogni discendenza.
Il 2° modulo ha lo scopo di descrivere i moderni metodi di discriminazione tassonomica di specie dannose. In particolare, verrą data importanza alla classe degli Insetti e principalmente alle specie di importanza agraria (famiglia Tephritidae) e sanitaria (famiglie Glossinidae, Ceratopogonidae, Culicidae). Verranno poi descritti i programmi di controllo biologico delle popolazioni naturali di queste specie che richiedono una sicura identificazione tassonomica.

Bibliografia

Dorit R.L., Walker W.F., Barnes R.D.
ZOOLOGIA
Zanichelli Ed.

HICKMAN et al.
DIVERSITA' ANIMALE
McGraw?-Hill Ed. (4a edizione)

per consultazione: ZOOLOGIA degli INVERTEBRATI - Ruppert, Fox, Barnes - Piccin Ed.


Moduli

Modulo:
zoologia sistematica
Docente:
Malacrida Anna Rodolfa
Crediti formativi:
6
Ambito:
BIO/05

Programma

Questo modulo ha lo scopo di fornire conoscenze sui caratteri generali degli organismi animali, in funzione dell’ordinamento della loro diversitą su base evolutiva e filogenetica. Dopo la parte introduttiva sui principi della sistematica e sui metodi di classificazione, verrą analizzato il piano strutturale (Bauplan) e i pattern di sviluppo dei principali phyla di Protozoi e Metazoi Invertebrati (Poriferi, Cnidari, Platelminti, Aschelminti, Molluschi, Anellidi, Artropodi, Echinodermi) enfatizzando sia le origini filogenetiche, sia le specializzazioni evolutesi all’interno di ogni discendenza.

Bibliografia

Dorit R.L., Walker W.F., Barnes R.D.
ZOOLOGIA
Zanichelli Ed.

HICKMAN et al.
DIVERSITA' ANIMALE
McGraw?-Hill Ed. (4a edizione)

per consultazione: ZOOLOGIA degli INVERTEBRATI - Ruppert, Fox, Barnes - Piccin Ed.


Modulo:
zoologia applicata
Docente:
Malacrida Anna Rodolfa
Crediti formativi:
3
Ambito:
AGR/11

Programma

Questo modulo ha lo scopo di descrivere i moderni metodi di discriminazione tassonomica di specie dannose. In particolare, verrą data importanza alla classe degli Insetti e principalmente alle specie di importanza agraria (famiglia Tephritidae) e sanitaria (famiglie Glossinidae, Ceratopogonidae, Culicidae). Verranno poi descritti i programmi di controllo biologico delle popolazioni naturali di queste specie che richiedono una sicura identificazione tassonomica.

Bibliografia

Dorit R.L., Walker W.F., Barnes R.D.
ZOOLOGIA
Zanichelli Ed.

HICKMAN et al.
DIVERSITA' ANIMALE
McGraw?-Hill Ed. (4a edizione)

per consultazione: ZOOLOGIA degli INVERTEBRATI - Ruppert, Fox, Barnes - Piccin Ed.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it