UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Minerali e rocce

Minerali e rocce

Corsi di laurea:
Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura
Docenti:
Caucia Franca Piera, Messiga Bruno
Anno accademico:
2010/2011
Crediti formativi:
12
Ambiti:
GEO/06, GEO/07
Decreto Ministeriale:
270/04
Lingua di insegnamento:
Italiano

ModalitÓ

esame scritto con domande aperte e chiuse

Prerequisiti

Conoscenza della chimica e della fisica di base

Programma

Il programma del corso di mineralogia Ŕ il seguente: differenze tra stato cristallino e stato amorfo; definizione di minerale e di cristallo; la morfologia dei cristalli: le operazioni di simmetria morfologico-geometriche; la proiezione stereografica dei modelli di legno; i 7 sistemi cristallini; le 32 classi cristalline). Elementi di cristallografia strutturale: i filari, la maglia, il reticolo di traslazione; i reticoli primitivi e centrati. La storia dei raggi X e l’interazione raggiX- materia; l’applicazione dei raggi X allo studio dei minerali: la diffrazione.
Elementi di cristallochimica: isomorfismo e soluzioni solide; condizioni per la vicarianza degli ioni; solubilitÓ parziale e completa allo stato solido con esempi (olivina, plagioclasi, feldspati alcalini e granati; le regole di Pauling; il polimorfismo con esempi riguardanti minerali delle rocce; cenni sui difetti reticolari. Elementi di cristallografia fisica: il principio di Neuman; le principali proprietÓ fisiche dei minerali; i fenomeni luminosi nei mezzi otticamente isotropi; il microscopio polarizzante e suo utilizzo; gli indici di rifrazione e l’uso del rifrattometro; fenomeni luminosi nei mezzi otticamente anisotropi: la birifrangenza, l’equazione del ritardo; le indicatrici ottiche; le osservazioni in luce parallela e a nicol incrociati col microscopio a luce polarizzante.
La classificazione dei minerali: descrizione delle classi e approfondimento delle principali famiglie di minerali delle rocce. I minerali utilizzati come gemme: genesi e riconoscimento attraverso le principali proprietÓ fisiche e fisico-ottiche.
Esercitazioni pratiche riguardanti modelli di cristalli (riconoscimento di elementi di simmetria, classe cristallina e sistema di appartenenza; esercizi di proiezioni stereografiche.
Esercitazioni pratiche sull’uso degli strumenti ottici.

Bibliografia

Klein C. (2004) MINERALOGIA Ed. Zanichelli
Materiale didattico fornito dal docente


Moduli

Modulo:
mineralogia
Docente:
Caucia Franca Piera
Crediti formativi:
6
Ambito:
GEO/06

Programma

Il programma del corso di mineralogia Ŕ il seguente: differenze tra stato cristallino e stato amorfo; definizione di minerale e di cristallo; la morfologia dei cristalli: le operazioni di simmetria morfologico-geometriche; la proiezione stereografica dei modelli di legno; i 7 sistemi cristallini; le 32 classi cristalline). Elementi di cristallografia strutturale: i filari, la maglia, il reticolo di traslazione; i reticoli primitivi e centrati. La storia dei raggi X e l’interazione raggiX- materia; l’applicazione dei raggi X allo studio dei minerali: la diffrazione.
Elementi di cristallochimica: isomorfismo e soluzioni solide; condizioni per la vicarianza degli ioni; solubilitÓ parziale e completa allo stato solido con esempi (olivina, plagioclasi, feldspati alcalini e granati; le regole di Pauling; il polimorfismo con esempi riguardanti minerali delle rocce; cenni sui difetti reticolari. Elementi di cristallografia fisica: il principio di Neuman; le principali proprietÓ fisiche dei minerali; i fenomeni luminosi nei mezzi otticamente isotropi; il microscopio polarizzante e suo utilizzo; gli indici di rifrazione e l’uso del rifrattometro; fenomeni luminosi nei mezzi otticamente anisotropi: la birifrangenza, l’equazione del ritardo; le indicatrici ottiche; le osservazioni in luce parallela e a nicol incrociati col microscopio a luce polarizzante.
La classificazione dei minerali: descrizione delle classi e approfondimento delle principali famiglie di minerali delle rocce. I minerali utilizzati come gemme: genesi e riconoscimento attraverso le principali proprietÓ fisiche e fisico-ottiche.
Esercitazioni pratiche riguardanti modelli di cristalli (riconoscimento di elementi di simmetria, classe cristallina e sistema di appartenenza; esercizi di proiezioni stereografiche.
Esercitazioni pratiche sull’uso degli strumenti ottici.

Bibliografia

Klein C. (2004) MINERALOGIA Ed. Zanichelli
Materiale didattico fornito dal docente


Modulo:
petrografia
Docente:
Messiga Bruno
Crediti formativi:
6
Ambito:
GEO/07

Programma

Il Corso riguarda i processi geologici che sovraintendono alla formazione delle rocce magmatiche e metamorfiche e i criteri di classificazione, basati sui caratteri tessiturali e mineralogici. Il corso consiste in un bilanciato mix di lezioni frontali, esercitazioni pratiche in laboratorio e dello studio “sul campo” delle rocce della CittÓ di Pavia. L’esame Ŕ scritto: il candidato dovrÓ rispondere a due domande scelte dalla commissione, da un numero di 20 domande, fornite allo studente, all’inizio del corso. All’inizio del Corso sarÓ fornito allo studente un “block- notes” che contiene le copie di tutte le “slides” del Corso per agevolare la organizzazione degli appunti delle lezioni.

Bibliografia

TESTO BASE: Morbidelli L. - Le rocce e i loro costituenti. Bardi Editore - 2003. ISBN88-88620-4-4.
Posizione nella Biblioteca del Dipartimento di Scienze dalla Terra: 9A84.
Parti del testo pertinenti al Corso: Paragr.1.1, 2.7, Capit.3, Capit. 4, Paragr. 5.1, 5.2, 5.4, 5.5.3.2, Capit. 6, 7, 10 , Tavv. da 1 a 10.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it