UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Tecniche spettroscopiche e strutturali

Tecniche spettroscopiche e strutturali

Corsi di laurea:
Chimica
Docenti:
Mella Mariella, Mellerio Giorgio Giacomo, Capsoni Doretta
Anno accademico:
2011/2012
Crediti formativi:
9
Ambiti:
CHIM/06, CHIM/02
Decreto Ministeriale:
270/04
Lingua di insegnamento:
Italiano

ModalitÓ

L’esame consiste in una prova orale sugli aspetti pratici dell'interpretazione spettroscopica e delle tecniche usate

Prerequisiti

Conoscenze di base di matematica, fisica, chimica generale e chimica organica

Programma

Radiazioni elettromagnetiche. Interazioni radiazione materia. Assorbimento ed emissione. Definizione di regioni spettrali, transizioni elettroniche e loro intensitÓ. Assorbimento UV-visibile: informazioni strutturali in composti coniugati quali polieni, polienoni e composti aromatici. Fluorescenza e fosforescenza. Principi base della spettroscopia infrarossa. Oscillatore armonico. AnarmonicitÓ. Vibrazioni fondamentali, ed "overtones". Assorbimenti caratteristici di vari gruppi funzionali, di composti alifatici ed aromatici. Interpretazione di spettri infrarossi. Principi teorici base della risonanza magnetica. Definizione di chemical shift e costanti di accoppiamento. Interpretazione di semplici spettri NMR di 1H e 13C.
Principi di base della spettrometria di massa. lonizzazione elettronica (El). Tipi di ioni: molecolari.isotopici, frammento da rottura semplice e da trasposizione, ioni da reazioni ione-molecola, metastabili. Principi di massa/massa o tandem MS. Interpretazione dello spettro di massa per ionizzazione elettronica. Sono considerati i cammini di frammentazione attraverso I'esame del comportamento delle principali classi di sostanze organiche. Un approccio pratico, corredato da esercizi, porta lo studente all'interpretazione dello spettro di massa per ionizzazione elettronica.
Verranno inoltre fornite le conoscenze di base sulle tecniche termiche e di diffrazione di raggi X, per lo studio di struttura, composizione e polimorfismo nei solidi cristallini. Verranno presi in esame alcuni metodi di studio strutturale composizionale,da utilizzare anche a livello pratico attraverso moderne applicazioni al computer. A tale scopo si affiancheranno le lezioni teoriche con alcune dimostrazioni al calcolatore.

Bibliografia

D. H. S. Duckett and B. Gilbert, Foundations of Spectroscopy, Oxford University Press, 2000.
G. F. Pedulli, Metodi fisici in Chimica organica, Padova, Piccin, 1996.


Moduli

Docente:
Mella Mariella
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/06

Programma

Radiazioni elettromagnetiche. Interazioni radiazione materia. Assorbimento ed emissione. definizione di regioni spettrali, transizioni elettroniche e loro intensitÓ.
Assorbimento UV-visibile: informazioni strutturali in composti coniugati quali polieni, polienoni e composti aromatici.
Fluorescenza e fosforescenza.
Principi base della spettroscopia infrarossa. Oscillatore armonico. AnarmonicitÓ. Vibrazioni fondamentali ed "overtones". Assorbimenti caratteristici di vari gruppi funzionali, di composti alifatici ed aromatici. Interpretazione di spettri infrarossi.
Principi teorici base della risonanza magnetica. Definizione di chemical shift e costanti di accopiamento. Interpretazione di semplici spettri NMR protonci e del carbonio-13

Bibliografia

Laurence M. Harwood, Timothy D.W. Claridge, Introduction to Organic Spectroscopy, Oxford University Press, 2004.
Simon Duckett, Bruce Gilbert, Foundations of Spectroscopy, Oxford University Press, 2004
Gian Franco Pedulli, Metodi Fisici in Chimica Organica, Piccin, 1996.
Dudley H. Williams, Ian Fleming, Spectroscopic Methods in Organic Chemistry, McGraw?-Hill, 1995
M. Hesse, H. Meier, B.Zeeh, Metodi spettroscopici in Chimica Organica, EdiSES?


Docente:
Mellerio Giorgio Giacomo
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/06

Programma

Principi di base della spettrometria di massa. Ionizzazione elettronica (EI). Tipi di ioni: molecolari. isotopici, frammento da rottura semplice e da trasposizione, ioni da reazioni ione-molecola, metastabili. Principi di massa/massa o tandem MS. Interpretazione dello spettro di massa per ionizzazione elettronica. Sono considerati i cammini di frammentazione attraverso l’esame del comportamento delle principali classi di sostanze organiche. Un approccio pratico, corredato da esercizi, porta lo studente all’interpretazione dello spettro di massa per ionizzazione elettronica.

Bibliografia

S. Duckett and B. Gilbert, Foundations of Spectroscopy, Oxford University Press, 2000.
F.W. Mc Lafferty and F. Turecek, Interpretation of Mass Spectra, 4th edition, Mill Valley, University Science Books, 1993. (capitoli da 1 a 5 e capitolo 9).


Docente:
Capsoni Doretta
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/02

Programma

Verranno fornite le conoscenze di base sulle tecniche termiche e di diffrazione di raggi X, per lo studio di stabilitÓ, struttura, composizione e polimorfismo nei solidi cristallini. Verranno presi in esame alcuni metodi di studio strutturale e composizionale, da utilizzare anche a livello pratico attraverso moderne applicazioni al computer. A tale scopo si affiancheranno le lezioni teoriche con alcune dimostrazioni al calcolatore.

Bibliografia

L. M. Harwood, T. D. W. Claridge, Introduction to Organic Spectroscopy, Oxford Science Publication


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it