Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono più aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Biostatistica e bioinformatica

Biostatistica e bioinformatica

Corsi di laurea:
Biotecnologie, Biotecnologie
Docenti:
Villani Simona, Carugo Oliviero Italo
Anno accademico:
2011/2012
Crediti formativi:
6
Ambiti:
MED/01, SECS-S/02
Decreto Ministeriale:
270/04
Ore di lezione:
48
Lingua di insegnamento:
Italiano

Modalità

Andare al singolo modulo.

Prerequisiti

Lo studente deve possedere solide basi fisico-matematiche e biologico-molecolari

Programma

Andare al singolo modulo.

Bibliografia

Andare al singolo modulo.


Moduli

Modulo:
Biostatistica
Docente:
Villani Simona
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
MED/01

Programma

Obiettivi

Il corso di Biostatistica si propone di fornire ai discenti i principi metodologici per una corretto impostazione, valutazione e interpretazione della ricerca sperimentale applicata sia in campo medico sia biologico.

Organizzazione

Con un approccio ‘problem solving’ i discenti saranno introdotti alla metodologia della ricerca, all’uso delle tecniche di statistica descrittiva e inferenziale, nonché all’interpretazione dei risultati.

Il corso è organizzato in lezioni frontali ed esercitazioni mirate tanto all’applicazione dei concetti teorici presentati su set di dati sperimentali, quanto all’interpretazione/comprensione delle evidenze scientifiche derivanti.

Risultato atteso

Al termine del corso lo studente sarà in grado di impostare correttamente una ricerca, raccogliere, organizzare e analizzare le informazioni, ed interpretare i risultati ottenuti. Le competenze acquisite lo renderanno altresì in grado di valutare adeguatamente le evidenze scientifiche pubblicate.

Programma

Introduzione alla statistica e pianificazione della ricerca

Il ragionamento scientifico alla base della ricerca. Concetto di variabilità, popolazione e campione. Il protocollo della ricerca (il disegno dello studio, tipi di campionamento, cenni sulla dimensione campionaria, la scheda di raccolta dei dati, …).

L’analisi e l’interpretazione dei dati

La statistica descrittiva

- Metodi di analisi dei dati. Concetto di Unità statistica e variabile. Le frequenze per le variabili qualitative. Le distribuzioni per le variabili quantitative e rappresentazioni grafiche

- Le misure di sintesi. Le misure di posizione (media, moda, mediana, centili)

- Le misure di dispersione: range, varianza, deviazione standard, coefficiente di variazione. La relazione fra variabili

- Il coefficiente di correlazione

- La distribuzione Normale

La statistica inferenziale

- Il test per la verifica delle ipotesi. L’errore in statistica. Come si imposta, esegue ed interpreta un test d’ipotesi

- Il test t di Student per dati indipendenti. Quando si applica? Come si calcola? Come si interpreta?

- Il test t di Student per dati appaiati: quando si applica? Come si calcola? Come si interpreta?

- Il test Chi2: quando si applica? Come si calcola? Come si interpreta?

- Il test statistico per il coefficiente di correlazione

- Cenni alla regressione lineare

Cenni alle misure epidemiologiche

Bibliografia

1. Marilyn K. Pelosi, Theresa M. Sandifer. INTRODUZIONE ALLA STATISTICA. McGraw-Hill Ed.

2. Marc M. Triola, M.D., Mario F. Triola. BIOSTATISTICA. Pearson International Edition

3. Marc M. Triola, M.D., Mario F. Triola. BIOSTATISTICS. Pearson International Edition

4. Jerrold H. Zar. BIOSTATISTICAL ANALYSIS (Fifth Edition). Pearson International Edition


Modulo:
Bioinformatica
Docente:
Carugo Oliviero Italo
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
SECS-S/02

Programma

Il corso si propone di fornire agli studenti una concisa introduzione alla bioinformatica, concepita come un insieme di tecniche computazionali che consentono di estrarre informazione dalle banche dati e prevedere caratteristiche funzionali di macromolecole biologiche. L’attenzione viene quindi focalizzata sulle banche dati di sequenze e strutture, sulla individuazione di geni, sull’analisi del trascrittoma, sull’allineamento di sequenze, sulle scansioni di banche dati di sequenze, sulle tecniche di previsione strutturale (secondaria, terziaria e quaternaria).

Bibliografia

A. Tramontano, Bioinformatica, Zanichelli
G. Valle, M. Helmer Citterich, M. Attimonelli, G. Pesole, Introduzione alla bioinformatica, Zanichelli


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it