Universitą degli Studi di Pavia - Facoltą di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pił aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Chimica bioorganica e bioanalitica

Chimica bioorganica e bioanalitica

Corsi di laurea:
Biotecnologie, Biotecnologie
Docenti:
Toma Lucio, Pesavento Maria
Anno accademico:
2011/2012
Crediti formativi:
9
Ambiti:
CHIM/06, CHIM/01
Decreto Ministeriale:
270/04
Ore di lezione:
72
Lingua di insegnamento:
Italiano

Modalitą

Esame scritto e orale.

Prerequisiti

Conoscenze di base di Chimica Generale, Chimica Organica, Fisica e Statistica.

Programma

Richiami di stereochimica. Approfondimenti sui carboidrati. Aromaticitą e composti eterociclici aromatici. Amminoacidi e loro catene laterali. Lipidi.
Natura degli enzimi. Immobilizzazione degli enzimi. Enzimi in solvente organico.
Analisi chimiche qualitative e quantitative. Definizioni: campione, matrice, componenti, analita. Classificazione dei metodi per l’analisi quantitativa (applicazioni). BOD, COD, TOC e loro determinazione. Metodi strumentali. Esempio di metodi strumentali particolarmente rilevanti per la bioanalisi. Fluorescenza (applicazioni).
Metodi di atomizzazione per misure di assorbimento ed emissione atomica (fiamma, fornetto, ICP).
Metodi analitici enzimatici e immunologici. Biosensori.
Trattamento dei dati analitici.

Bibliografia

Hermann Dugas. Bioorganic Chemistry. A Chemical Approach to Enzyme Action. Ed. Springer
Kurt Faber. Biotransformations in Organic Chemistry. Ed. Springer
R. B. Silverman. The Organic Chemistry of Enzyme-Catalyzed Reactions. Ed. Academic Press
J. A. Joule, K. Mills. Heterocyclic Chemistry. Ed. Blackwell
Gerome R. Newkome, William W. Paudler. Contemporary Heterocyclic Chemistry. Syntheses, Reactions, and Applications. Ed. Wiley
D. C. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli; Bologna


Moduli

Modulo:
Chimica bioorganica
Docente:
Toma Lucio
Ore di lezione:
48
Crediti formativi:
6
Ambito:
CHIM/06

Programma

Richiami di stereochimica. Concetto di isomeria. La chiralitą e i centri stereogenici. Configurazione e rappresentazione degli stereocentri. Relazioni topiche tra atomi o gruppi di atomi. Descrittori stereochimici. Reazioni regioselettive, stereoselettive, stereospecifiche. Importanza della chiralitą nei sistemi biologici.
Carboidrati. Monosaccaridi. Struttura, nomenclatura, stereoisomeria, rappresentazione. Mutarotazione. Glicosidi, amminozuccheri, alditoli, ciclitoli, acido ascorbico, disaccaridi, oligosaccaridi, ciclodestrine.
Gli amminoacidi e le loro catene laterali. Basicitą ed aciditą dei gruppi ionizzabili nelle catene laterali. pKa e punto isoelettrico degli amminoacidi. Livelli strutturali delle proteine.
Lipidi. Trigliceridi (grassi e oli). Acidi grassi. Indurimento degli oli. Saponificazione. Detergenti sintetici. Prostaglandine: acido prostanoico e struttura di alcune PG. Steroidi: colesterolo e ormoni steroidali. Acido colico. Fosfolipidi. Acido fosfatidico. Cere.
Definizione di composti eterociclici ed eterociclici aromatici. Eterocicli pił diffusi nelle biomolecole. Divisione in elettron-ricchi ed elettron-poveri. Pirrolo. Porfirine: sistema tetrapirrolico, citocromi, clorofilla. Tiofene. Furano. Indolo. Piridina. Tautomeria piridoni/idrossipiridine e tautomeria delle amminopiridine. Chinolina ed isochinolina. Imidazolo, ossazolo, tiazolo. Pirimidine e purine.
Natura degli enzimi. Biotrasformazioni e bioconversioni. Classificazione degli enzimi. Cenni di catalisi enzimatica. Il meccanismo della reazione di idrolisi catalizzata dalla chimotripsina. Risoluzione cinetica (differenziazione enentiomerica). Immobilizzazione degli enzimi. Enzimi in solvente organico.

Bibliografia

1. Hermann Dugas. Bioorganic Chemistry. A Chemical Approach to Enzyme Action. Ed. Springer
2. Kurt Faber. Biotransformations in Organic Chemistry. Ed. Springer
3. R. B. Silverman. The Organic Chemistry of Enzyme-Catalyzed Reactions. Ed. Academic Press
4. J. A. Joule, K. Mills. Heterocyclic Chemistry. Ed. Blackwell
5. Gerome R. Newkome, William W. Paudler. Contemporary Heterocyclic Chemistry. Syntheses, Reactions, and Applications. Ed. Wiley


Modulo:
Bioanalitica
Docente:
Pesavento Maria
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/01

Programma

Analisi chimiche qualitative e quantitative. Definizioni: campione, matrice, componenti, analita. Classificazione dei metodi per l’analisi quantitativa. Metodi classici: gravimetrici e titrimetrici. Esempi di determinazioni titrimetriche: determinazione della aciditą e basicitą di un’acqua, uso di indicatori, titolazioni complessometriche di metalli con EDTA, titolazione dell’ossigeno in soluzione tramite metodo di Winkler. BOD, COD, TOC e loro determinazione.
Metodi strumentali. Curve di calibrazione. Metodo delle aggiunte standard. Metodo dello standard interno. Esempio di metodi strumentali particolarmente rilevanti per la bioanalisi: analisi spettroscopica.
Assorbimento della luce da parte della materia (atomi e molecole). Spettri di assorbimento molecolare e atomico. Legge di Lambert e Beer per la dipendenza della assorbanza dalla concentrazione. Strumenti di misura di assorbimento molecolare, a raggio singolo e a doppio raggio. Fluorescenza, misura della fluorescenza, relazione con la concentrazione. Applicazioni.
Metodi di atomizzazione per misure di assorbimento ed emissione atomica (fiamma, fornetto, ICP).
Metodi analitici enzimatici e immunologici. Metodi con marcatore e senza marcatore. Biosensori.
Trattamento dei dati analitici.
Problema degli errori di misura e del loro controllo. Misure ripetute, media, deviazione standard, deviazione standard della media. Limiti di affidabilitą di una media. Paragone fra una media e un valore noto. Paragone fra medie. Test di Dixon per i valori anomali.

Bibliografia

Chimica Analitica Quantitativa
D. C. Harris
Zanichelli; Bologna


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it