Universitą degli Studi di Pavia - Facoltą di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pił aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Istologia e fisiologia generale

Istologia e fisiologia generale

Corsi di laurea:
Biotecnologie, Biotecnologie
Docenti:
Riva Federica, Tanzi Franco
Anno accademico:
2012/2013
Crediti formativi:
9
Ambiti:
BIO/17, BIO/09
Decreto Ministeriale:
509/99
Ore di lezione:
72
Lingua di insegnamento:
Italiano

Modalitą

Esame scritto ed orale.

Prerequisiti

Istologia:
Elementi di base di Citologia, Chimica generale, Fisica e Biochimica

Fisiologia Generale:
Elementi di base di Citologia, Istologia, Chimica Generale, Fisica e Biochimica

Programma

Istologia:
Metodiche e strumenti per l’indagine morfologica citologica ed istologica
Citologia: caratteristiche morfologiche della cellula eucariotica e descrizione morfo-funzionale delle principali componenti cellulari
Istologia: origine e natura dei tessuti: dalle cellule staminali al differenziamento cellulare. Definizione di tessuto, organo, apparato. Classificazione e descrizione delle caratteristiche generali peculiari dei tessuti EPITELIALE, CONNETTIVO, MUSCOLARE, NERVOSO

Fisiologia Generale:
L'equazione di Nerst ed il potenziale di equilibrio. Processi di trasporto attraverso la membrana: pompe, trasporti, canali ionici. Il potenziale d'azione della fibra nervosa. Comunicazione tra cellule: recettori di membrana, trasduzione transmembranale, messaggeri intracellulari, con particolare riferimento al Ca2+ intracellulare ed al monossido d'azoto. Segnali paracrini, endocrini e sinaptici. Giunzioni cellula-cellula e cellula-substrato. La contrazione muscolare: cellule muscolari liscie, cardiache e scheletriche. Recettori sensoriali. Circuiti neurali. Un esempio di sistema integrato: il sistema cardiovascolare. Struttura del cuore. Potenziale d'azione dei miociti di lavoro. Accoppiamento eccitazione-contrazione. Controllo del ritmo cardiaco. Controllo della pressione arteriosa e del flusso sanguigno.

Bibliografia

Istologia, testi consigliati:
Citologia Istologia, Casasco E. La Goliardica pavese
Citologia ed Istologia funzionale, Calligaro A. Edi.ermes
Istologia, Monesi V. et al. Piccin
Istologia, Rosati P. et al. Edi.ermes
Biologia molecolare della cellula, Alberts B. et al. Zanichelli.

Fisiologia Generale, testi consigliati:
Principi di Fisiologia, C. Casella e V. Taglietti, La Goliardica
Fisiologia, D.U. Silverthorn, Casa editrice Ambrosiana
Materiale didattico fornito dal docente.


Moduli

Modulo:
Istologia
Docente:
Riva Federica
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
BIO/17

Programma

Laurea Triennale BIOTECNOLOGIE – II ANNO Nuovo Ordinamento

CURRICULUM BIOMOLECOLARE e MEDICO FARMACEUTICO

PROGRAMMA ESTESO DELL’INSEGNAMENTO DI ISTOLOGIA (mod1)

(corso integrato di Istologia e Fisiologia Generale)

Anno Accademico 2012/13

Docente: Dott.ssa Federica Riva (tel 0382 987272)

mail: federica.riva01@unipv.it

Metodiche e strumenti per l’indagine morfologica citologica ed istologica:

- Strumenti di indagine morfologica: microscopio ottico ed elettronico

- Preparazione del campione biologico: processi di fissazione, inclusione, taglio, colorazione

- Colorazioni istologiche di un “comune preparato”; colorazioni istochimiche ed immunoistochimiche

In particolare, sapere:

- valutare gli ordini di grandezza delle strutture cellulari e tissutali visibili in microscopia luce ed elettronica;

- dedurre informazioni su strutture cellulari tridimensionali partendo da immagini bidimensionali;

- dedurre informazioni su strutture tissutali tridimensionali da sezioni parziali;

- comprendere le basi di alcune procedure analitiche per determinare le caratteristiche funzionali di diversi componenti subcellulari

Citologia: caratteristiche morfologiche della cellula eucariotica

Descrizione morfofunzionale delle principali componenti cellulari:

- Membrana plasmatica

- Reticolo endoplasmatico liscio (REL)

- Reticolo endoplasmatico rugoso (REG)

- Ribosomi

- Apparato di Golgi

- Lisosomi e perossisomi

- Mitocondri

- Citoscheletro

- Centrioli

- Nucleo e nucleolo

- Cenni relativi ai principali aspetti morfologici della mitosi e meiosi

- Dispositivi giunzionali della cellula e specializzazioni

- Attivitą vitali della cellula (cenni): movimento, irritabilitą, metabolismo, riproduzione, ciclo cellulare

Istologia

Origine e natura dei tessuti: dalle cellule staminali al differenziamento cellulare

- Definizione di tessuto, organo e apparato

- Classificazione dei tessuti

- TESSUTO EPITELIALE: caratteri generali e rapporti con i tessuti connettivi; EPITELI DI RIVESTIMENTO e EPITELI GHIANDOLARI ESOCRINI ED ENDOCRINI: criteri di classificazione e principali localizzazioni; EPITELI SENSORIALI ed EPITELI PARTICOLARMENTE DIFFERENZIATI(cenni con qualche esempio).

* Descrizione delle caratteristiche peculiari dei tessuti epiteliali destinati a svolgere funzioni di rivestimento; in particolare:

- prevalenza degli elementi cellulari rispetto alla matrice extracellulare;

- rapporti morfofunzionali con il tessuto connettivo;

- struttura e ruolo della membrana basale;

- classificazione morfofunzionale degli epiteli di rivestimento a diversa origine embrionale.

* Organizzazione ed attivitą funzionali degli epiteli a carattere ghiandolare; in particolare:

- morfogenesi di tessuti ghiandolari esocrini ed endocrini;

- processo di secrezione e modalitą di rilascio del secreto;

- classificazione morfofunzionale delle ghiandole esocrine ed endocrine

- TESSUTO CONNETTIVO: origine, organizzazione e classificazione dei tessuti connettivi. TC PROPRIAMENTE DETTO; TESSUTO CARTILAGINEO (classificazione e principali localizzazioni); TESSUTO OSSEO e fenomeni di ossificazione; SANGUE, ENDOTELIO e VASI SANGUIGNI.

* Descrizione delle caratteristiche peculiari dei tessuti connettivi:

- prevalenza della matrice extracellulare rispetto agli elementi cellulari;

- sintesi, assemblaggio e funzione delle macromolecole della sostanza fondamentale;

- sintesi, assemblaggio e funzione delle fibre collagene ed elastiche;

- derivazione e funzione delle cellule nei diversi tipi di tessuti connettivi.

* Organizzazione ed attivitą funzionali dei principali tessuti connettivi; in particolare:

- morfogenesi dei principali tessuti connettivi;

- tessuti connettivi propriamente detti;

- tessuti connettivi di sostegno, a funzione meccanica e scheletrica (cartilagine, osso);

- tessuti connettivi a funzione trofica e metabolica (sangue e tessuto emopoietico, linfa)

- endotelio: morfologia ed aspetti fisiologici correlati

- TESSUTO MUSCOLARE: elementi muscolari specializzati nella contrazione (fibrocellule e fibre muscolari striate scheletriche e cardiache): aspetti morfologici e funzionali caratteristici. Classificazione: secondo un criterio morfologico in tessuto muscolare liscio o striato; secondo un criterio funzionale in muscolo volontario o involontario. Caratteri generali, classificazione e principali localizzazioni del TESSUTO MUSCOLARE LISCIO; TESSUTO MUSCOLARE STRIATO SCHELETRICO; TESSUTO MUSCOLARE CARDIACO. Contrazione muscolare: aspetti citologici e funzionali.

- TESSUTO NERVOSO: morfogenesi del tessuto nervoso e distinzione in tessuto nervoso centrale e periferico. Caratteri generali; neurone, fibre mieliniche ed amieliniche. Basi morfologiche della trasmissione dell’impulso nervoso, sinapsi, flusso assonale ed organizzazione del citoscheletro, rapporti tra i neuroni e le altre cellule del tessuto nervoso (isolamento elettrico, trofismo, sostegno). Fibra nervosa e nervo. Peculiaritą delle terminazioni di senso e di moto. Cellule gliali e loro ruolo nei confronti dei neuroni.

Bibliografia

Alcuni testi consigliati:

Citologia Istologia, Casasco E. La Goliardica pavese

Citologia ed Istologia funzionale, Calligaro A. Edi.ermes

Istologia, Monesi V. et al. Piccin

Istologia, Rosati P. et al. Edi.ermes

Biologia molecolare della cellula, Alberts B. et al. Zanichelli.


Modulo:
Fisiologia generale
Docente:
Tanzi Franco
Ore di lezione:
48
Crediti formativi:
6
Ambito:
BIO/09

Programma

L'equazione di Nerst ed il potenziale di equilibrio. Processi di trasporto attraverso la membrana: pompe, trasporti, canali ionici. Il potenziale d'azione della fibra nervosa. Comunicazione tra cellule: recettori di membrana, trasduzione transmembranale, messaggeri intracellulari, con particolare riferimento al Ca2+ intracellulare ed al monossido d'azoto. Segnali paracrini, endocrini e sinaptici. Giunzioni cellula-cellula e cellula-substrato. La contrazione muscolare: cellule muscolari liscie, cardiache e scheletriche. Recettori sensoriali. Circuiti neurali. Un esempio di sistema integrato: il sistema cardiovascolare. Struttura del cuore. Potenziale d'azione dei miociti di lavoro. Accoppiamento eccitazione-contrazione. Controllo del ritmo cardiaco. Controllo della pressione arteriosa e del flusso sanguigno.

Bibliografia

Testi consigliati
Principi di Fisiologia, C. Casella e V. Taglietti, La Goliardica
Fisiologia, D.U. Silverthorn, Casa editrice Ambrosiana
Materiale didattico fornito dal docente.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it