UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Biologia Evoluzionistica

Biologia Evoluzionistica

Corsi di laurea:
Biologia sperimentale e applicata, Biologia sperimentale ed applicata
Docenti:
Galeotti Paolo, Gomulski Ludvik
Anno accademico:
2012/2013
Crediti formativi:
6
Ambiti:
BIO/05, BIO/18
Decreto Ministeriale:
509/99
Ore di lezione:
48
Lingua di insegnamento:
Italiano

ModalitÓ

Prova scritta e prova orale.

Prerequisiti

Conoscenze di base di Zoologia sistematica e di Biologia molecolare

Programma

Modulo 1 (3 CFU).
Origini e sviluppo del pensiero evoluzionista: Anassimandro, Platone, Aristotele. La “scala naturae”. Linneo e la Classificazione, Buffon, Erasmo Darwin. L’evoluzionismo di Lamarck.
Cuvier e il catastrofismo. Il pensiero di Darwin e di Wallace: la teoria della selezione naturale
La scoperta dei meccanismi dell’ereditarietÓ. La “sintesi moderna”.
Prove dell’evoluzione: paleontologia, embriologia, morfologia, biogeografia, genetica.
I diversi concetti di specie biologica. Modelli di speciazione. Micro- e macroevoluzione.
Le forze evolutive deterministiche (selezione naturale e sessuale) e stocastiche (deriva genetica, flusso genico, “bottleneck effect”, “founder effect”, deriva molecolare)
Le diverse forme di selezione. L’adattamento e la critica al “paradigma adattazionista”.
L’evoluzionismo moderno: la teoria neutralistica dell’evoluzione; la teoria degli equilibri punteggiati; la sociobiologia; il “neolamarckismo”. Epigenesi. Antievoluzionismo: Creazionismo e “Intelligent design”.

Modulo 2 (3 CFU).
Breve introduzione alle Teorie Evoluzionistiche; Genetica molecolare e Mendeliana; Le prove dell’evoluzione; Selezione naturale; La teoria della selezione naturale; Eventi casuali nella genetica delle popolazioni; Le unitÓ della selezione; Adattamenti nella riproduzione sessuale e selezione sessuale; I concetti di specie; Speciazione.

Bibliografia

Ridley M. Evoluzione: La storia della vita e i suoi meccanismi. McGraw? Hill, 2006.
Futuyma DJ. L’Evoluzione. Zanichelli, 2008.


Moduli

Modulo:
Modulo A
Docente:
Galeotti Paolo
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
BIO/05

Programma

Modulo 1 (3 CFU).
Origini e sviluppo del pensiero evoluzionista: Anassimandro, Platone, Aristotele. La “scala naturae”. Linneo e la Classificazione, Buffon, Erasmo Darwin. L’evoluzionismo di Lamarck.
Cuvier e il catastrofismo. Il pensiero di Darwin e di Wallace: la teoria della selezione naturale
La scoperta dei meccanismi dell’ereditarietÓ. La “sintesi moderna”.
Prove dell’evoluzione: paleontologia, embriologia, morfologia, biogeografia, genetica.
I diversi concetti di specie biologica. Modelli di speciazione. Micro- e macroevoluzione.
Le forze evolutive deterministiche (selezione naturale e sessuale) e stocastiche (deriva genetica, flusso genico, “bottleneck effect”, “founder effect”, deriva molecolare)
Le diverse forme di selezione. L’adattamento e la critica al “paradigma adattazionista”.
L’evoluzionismo moderno: la teoria neutralistica dell’evoluzione; la teoria degli equilibri puntuati; la sociobiologia; il “neolamarckismo”. Epigenesi. Antievoluzionismo: Creazionismo e “Intelligent design”.

Bibliografia

Ridley M. Evoluzione: La storia della vita e i suoi meccanismi. McGraw? Hill, 2006.
Futuyma DJ. L’Evoluzione. Zanichelli, 2008.


Modulo:
Modulo B
Docente:
Gomulski Ludvik
Ore di lezione:
24
Crediti formativi:
3
Ambito:
BIO/18

Programma

Mutazione

Geni e genomi; Mutazioni geniche, tipi di mutazione; tassi di mutazione; Effetto finotipico delle mutazioni; Ricombinazione e variazione; Alterazioni del cariotipo; Riarrangiamenti cromosomici.

Evoluzione molecolare

La selezione naturale e la deriva casuale nell’evoluzione molecolare; La teoria neutrale “pura”; La teoria quasi neutrale dell’evoluzione molecolare; Tasso evolutivo e vincolo funzionale; Rapporto fra mutazioni non sinonime e sinonime come una prova della selezione (rapporti dN/dS); Tendenze preferenziali nell’uso di codoni sinonimi.

La ricostruzione della filogenesi

Filogenesi inferite dai caratteri morfologici utilizzando le tecniche della cladistica; Le omologie e le omopasie; Omologie ancestrali e omologie derivate; Inferenza della polaritÓ degli stati di carattere - confronto con l’outgroup e la documentazione fossile; Le sequenze molecolari e la filogenesi; Tecniche statistiche per inferire le filogenesi dalle sequenze molecolari - distanze molecolari - principio di parsimonia - principio di massima probabilitÓ; Orientamento degli alberi; AffidabilitÓ della predizione filogenetica.

Coevoluzione

coevoluzione e coadattamenti; Coevoluzione di piante e insetti - filogenesi speculari, e la mancanza di cofilogenesi; Coevoluzione ospite-parassita; Evoluzione della virulenza dei parassiti; La corsa agli armamenti coevolutiva

L’evoluzione del sesso

L’esistenza del sesso Ŕ un importante problema irrisolto della biologia evoluzionista; Il sesso ha un costo; Il sesso pu˛ accelerare la velocitÓ dell’evoluzione; La teoria mutazionale del sesso di Kondrashov; la teoria coevoluzione di ospiti e parassiti di Hamilton.

Evo-Dev

Bibliografia

Mark Ridley Evoluzione. La storia della vita e i suoi meccanismi McGraw? Hill, 2006

Futuyma DJ L'evoluzione Zanichelli, 2008


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it