UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Mineralogia applicata

Mineralogia applicata

Corsi di laurea:
Scienze geologiche applicate
Docenti:
Caucia Franca Piera, Setti Massimo
Anno accademico:
2012/2013
Codice corso:
500417
Crediti formativi:
9
Ambiti:
GEO/06
Decreto Ministeriale:
270/04
Ore di lezione:
72
Lingua di insegnamento:
Italiano

ModalitÓ

Vedasi moduli in dettaglio

Prerequisiti

Conoscenza di mineralogia e petrografia di base

Programma

vedasi descrizione dei moduli in dettaglio

Bibliografia

Vedasi moduli in dettaglio


Moduli

Docente:
Caucia Franca Piera
Ore di lezione:
72
Crediti formativi:
6
Ambito:
GEO/06

Programma

Lezioni frontali (CFU 3):Definizione di gemma naturale in contrapposizione ai prodotti di sintesi. Procedimenti di sintesi: fusione alla fiamma (metodi Verneuil, Czochralski), fusione con fondente; metodo idrotermale; metodi HP HT. Materiali gemmologici artificiali. Principali trattamenti delle gemme: riscaldamento; irraggiamento; termodiffusione. Gemme idiocromatiche (tormaline, granati) e allocromatiche (diamante, berilli, corindoni). Microanalisi LA ICP MS per il dosaggio degli elementi in tracce cromofori. Genesi delle principali famiglie di gemme. Giacimenti e inclusioni microscopiche caratterizzanti. Gemme italiane. Materiali organici. Gemme poco comuni.
Esercitazioni (CFU 3): Laboratorio di gemmologia: Utilizzo di bilancia idrostatica e liquidi pesanti per la misura del peso specifico; microscopio ad immersione per lo studio e il riconoscimento delle inclusioni; rifrattometro: misura degli indici di rifrazione; polariscopio, dicroscopio: riconoscimento del segno ottico e, per i minerali birifrangenti e colorati, dello schema di pleocroismo; spettroscopio. Compilazione di una scheda ottica diagnostica per il riconoscimento di gemme naturali e sintetiche. Analisi distruttive utili al riconoscimento di gemme otticamente opache: IR, spettrometria di Raman; diffrattometria RX delle polveri. Esperimenti di riscaldamento su gemme di quarzo e di berillo varietÓ acquamarina

Bibliografia

Materiale didattico compilato dal docente
Leone E., provera G. (1995) Il libro delle gemme. Edizioni AISG


Docente:
Setti Massimo
Ore di lezione:
72
Crediti formativi:
3
Ambito:
GEO/06

Programma

I materiali naturali e artificiali, l'uso dei materiali lapidei in architettura riferiti a monumenti di grande rilevanza storico-architettonica e il loro attuale stato di conservazione. Le rocce e i loro costituenti minerali in relazione ai processi di trasformazione/alterazione. Caratterizzazione delle principali proprietÓ petrofisiche delle rocce come indicatori dello stato di degrado. Cause naturali del degrado: umiditÓ, pioggia, gelo, variazione delle temperatura, vento, effetti biologici. Cause antropiche del degrado: l'inquinamento atmosferico, composizione dell’atmosfera in aree fortemente antropizzate, l’effetto delle piogge acide e degli inquinanti. Effetti del degrado: perdita di materiale, fessurazione, fatturazione, formazione di croste, sali, efflorescenze, ecc. Classificazione delle forme di degrado secondo le raccomandazioni Normal. Prelievo dei campioni e analisi chimico-fisiche invasive e non. Metodologie per la diagnosi delle “patologie” dei materiali litoidi, ceramiche, terrecotte, laterizi e malte: porosimetria, determinazione del colore, microscopia ottica, microscopia elettronica a scansione (SEM – ESEM), diffrattometria a raggi X, fluorescenza a raggi X come metodi per la diagnosi del degrado e del controllo degli interventi di restauro. Tecniche di restauro. La protezione, la pulitura, il consolidamento, la sostituzione. Le diverse tematiche saranno affrontate e discusse con l’ausilio di esempi reali di monumenti o edifici di grande importanza storico-artistica. A conclusione del corso verrÓ effettuata almeno una visita guidata ad alcuni edifici e monumenti pavesi di grande interesse storico, in questa occasione gli studenti potranno applicare le conoscenze teoriche imparando a individuare le forme di degrado e le tecniche di campionatura.

Bibliografia

Dispense fornite dal docente.

Testi consigliati:
Amoroso G.G. (2002). Trattato di scienza della conservazione dei monumenti. Alinea Editrice, Firenze.
Amoroso G.G. & Camaiti M (1997). Scienza dei materiali e restauro. Alinea Editrice, Firenze.
AA. VV. (2003). MetodologÝa de diagnˇstico y evaluaciˇn de tratamientos para la conservaciˇn de los edificios histˇricos. Cuadernos TÚcnicos de la ConsejerÝa de Cultura de la Junta de AndalucÝa
Lazzarini L. & Laurenzi Tabasso M. (1986). Il restauro della pietra. CEDAM, Padova.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it