UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Informatica chimica

Informatica chimica

Corsi di laurea:
Chimica
Docenti:
Mustarelli Piercarlo, Romano Silvano
Anno accademico:
2008/2009
Codice corso:
82332
Crediti formativi:
6
Ambiti:
CHIM/02
Decreto Ministeriale:
509/99
Ore di lezione:
50

Moduli

Modulo:
Informatica chimica - Modulo 1
Docente:
Mustarelli Piercarlo
Ore di lezione:
25
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/02

Modulo:
Informatica chimica - Modulo 2
Docente:
Romano Silvano
Ore di lezione:
25
Crediti formativi:
3
Ambito:
CHIM/02

Programma

Scopo del corso e` una introduzione elementare alla programmazione scientifica; a tale scopo, anche considerando i limiti di tempo, viene scelto il linguaggio Fortran 77 con alcune delle sue principali estensioni nel Fortran 90/95.

Dopo alcune generalita' sullo strumento informatico, vengono introdotti i tipi di variabili (intere, reali, complesse, reali in doppia precisione, logiche, a caratteri) e le relative operazioni di base e funzioni intrinseche. Si considerano poi i costrutti GO TO, IF, SELECT CASE (separazione e poi riunione di diversi casi possibili), ed i cicli DO (ripetizione di blocchi di istruzioni). La gestione di files ( INPUT/OUTPUT, tipi di files con relativi vantaggi e svantaggi, nozione di FORMAT) viene discussa, e si mostra come la si possa organizzare per dare generalita' e flessibilita' al programma.

Lo uso del costrutto INCLUDE, e piu' ancora di SUBROUTINE, FUNCTION, COMMON BLOCK, permettono di rendere modulare il programma e di evitare di ripetere inutilmente la fatica; viene qui esaminato il concetto di LIBRARY di ROUTINES.

Si introducono richiami alle nozioni di calcolo numerico familiari a discenti, si forniscono o si richiamano nozioni elementari sui sistemi operativi (DOS-WINDOWS e UNIX-LINUX, agile uso di TEXT EDITOR), su programmi per trattamento di testi scientifici (LATEX), e sulla manipolazione simbolica.

Si segnala il fatto, semplice ma suscettibile di utili ed articolate applicazioni, che il risultato del calcolo (tipicamente su varaibili numeriche) puo' anche tradursi in espressioni a caratteri, a loro volta utilizzabili per veicolare comandi al sistema operativo.

Nella ultima parte del corso sono previste diverse esercitazioni pratiche (hands on), con qualche problema di tipo piu' strettamente chimico (es: calcolo del pH di una soluzione tampone).

Bibliografia

01) T. M. R. Ellis,

" Programmazione strutturata in Fortran 77 con elementi di Fortran 90", 2. edizione, Zanichelli, Bologna 1995 (od il suo originale in lingua Inglese, "Fortran 77 Programming", 2. edition, Addison-Wesley, Wokingham, England, UK, 1990)

02) W. E. Mayo, and M. Cwiakala,

"Programming with Fortran 77", Schaum's outline series, McGraw-Hill, 1995

03) W. E. Mayo, and M. Cwiakala,

"Programming with Fortran 90", Schaum's outline series, McGraw-Hill, 1995

Si segnala che tali libri (e vari altri di simili titoli e contenuti) sono reperibili in biblioteche della universita' di Pavia (per alleggerire le spese dei discenti) e che vari "free Fortran tutorials" si possono cercare nella ed in modo del tutto legale sacricare dalla rete.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it