UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Genetica II e laboratorio

Genetica II e laboratorio

Corsi di laurea:
Biotecnologie
Docenti:
Albertini Alessandra, Comincini Sergio, Calvio Cinzia
Anno accademico:
2008/2009
Crediti formativi:
6
Ambiti:
BIO/18
Decreto Ministeriale:
509/99

Moduli

Modulo:
Genetica II
Docente:
Albertini Alessandra
Crediti formativi:
3
Ambito:
BIO/18

Programma

Programma

La genetica batterica e dei virus batterici. I mutanti batterici: fenotipi e genotipi. Meccanismi di scambio genetico: trasformazione, trasduzione generalizzata e specializzata, coniugazione. La ricombinazione nei virus. Mappe genetiche. Dissezione genetica del gene Organizzazione del cromosoma batterico e dei plasmidi. Sequenza dei cromosomi batterici. Confronto tra i genomi batterici. Le mutazioni geniche. Classi di mutazioni. Test di fluttuazione. Mutazioni casuali e pre-adattive o programmate. Arricchimento e selezione. Reversione e soppressione. Basi molecolari ed origine delle mutazioni spontanee ed indotte. Mutageni. Test di mutagenesi. Meccanismi di riparazione. Mutagenesi, riparazione ed origine del cancro. La regolazione dell’espressione genica nei procarioti. La trascrizione: elementi di regolazione che agiscono in cis, elementi di regolazione che agiscono in trans. Fattori di trascrizione. Analisi genetica del modello dell’operone. La regolazione dell’inizio e della terminazione della trascrizione, l’attenuazione. Il modello del regulone di lambda. La regolazione dei processi differenziativi nei procarioti: la sporificazione batterica. I trasposoni. Gli elementi genetici mobili nei procarioti ed il loro contributo alla generazione della variabilitÓ genetica ed alla diffusione delle resistenze agli antibiotici. I trasposoni eucariotici. La scoperta dei trasposoni nel mais. Gli elementi P in D. melanogaster, cenni sul loro uso nell’analisi genetica. Il ruolo degli elementi genetici mobili e delle sequenze ripetute nell’ evoluzione dei genomi. La regolazione dell’espressione genica negli eucarioti. Livelli di controllo dell’espressione genica: trascrizionale, della maturazione dell’RNA, del trasporto dell’RNA, della traduzione della stabilitÓ di RNA e proteine. Mutazioni di perdita di funzione o di guadagno di funzione negli elementi regolatori. Il modello della regolazione dei geni globinici. EreditÓ epigenetica. Imprinting parentale. Meccanismi di inattivazione dell’X. I geni per la regolazione della proliferazione cellulare. La regolazione del numero delle cellule: l’apparato di controllo del ciclo cellulare attraverso l’analisi genetica in lievito. Controlli intra- ed extra-cellulari, controlli positivi e negativi. Le basi genetiche del cancro: oncosoppressori, protooncogeni, oncogeni virali e cellulari (mutazioni di perdita di funzione o guadagno di funzione). Tumori ereditari: il modello genetico (mutazioni costituzionali e forme ereditarie di cancro, mutazione somatica). Dissezione genetica dei processi di sviluppo animale. Modelli animali e metodi di analisi genetica. Logica e strategie di scelta nello sviluppo attraverso meccanismi di riarrangiamento genomico (amplificazione) e di regolazione del flusso dell’informazione genica. I meccanismi genetici alla base delle scelte di sviluppo binarie: il controllo genetico della determinazione del sesso in Drosophila e nei mammiferi, il differenziamento della linea germinale e somatica. Il controllo genetico della formazione di “pattern” complessi per l’acquisizione dell’identitÓ posizionale da parte delle cellule secondo gli assi antero-posteriore e dorso ventrale. I geni dello sviluppo “cardinali”: gap, della regola delle coppie, della polaritÓ segmentale, i geni omeotici per l’identitÓ segmentale.

Laboratorio di Genetica

Clonaggio del gene per il “frammento alfa complementante” della BetaGalattosidasi..

PCR da colonia per verificare la presenza dell'inserto, e selezione dei cloni positivi. Verifica del fenotipo inducibile per striscio su terreno +/- IPTG su X-GAL

Il laboratorio si svolge a turni di 20-24 studenti con frequenza obbligatoria.

Si consiglia vivamente il superamento dell’esame di Genetica I, per la frequenza al corso ed al Laboratorio e per la preparazione dell’esame.

Bibliografia

Testi consigliati.

Il testo consigliato per il corso di Genetica I, che per l’AA 2007-2008 Ŕ stato:

PRINCIPI DI GENETICA (3a Edizione) di D.P. Snustad e M.J. Simmons, 2007 EdiSES srl - Napoli

Vanno comunque bene, per chi li avesse giÓ o li recuperasse da colleghi/amici etc i seguenti testi:

iGENETICA di Peter J. Russell, 2006 EdiSES s.r.l. – Napoli
oppure
iGENETICA FONDAMENTI di Peter J. Russell, 2004 EdiSES s.r.l. – Napo

Uno di questi testi rappresenta la base di partenza che deve essere complementata da (a scelta):

GRIFFITHS Anthony JF , MILLER Jeffrey H , SUZUKI David T , LEWONTIN Richard C ,

GELBART William M: GENETICA Principi di analisi formale - Quinta edizione italiana - 2002 o

Sesta edizione Italiana- 2006

Saranno suggeriti documenti a consultazione “on line”


Modulo:
Laboratorio
Docente:
Comincini Sergio
Crediti formativi:
1.5
Ambito:
BIO/18

Modulo:
Laboratorio
Docente:
Calvio Cinzia
Crediti formativi:
1.5
Ambito:
BIO/18

Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it