UniversitÓ degli Studi di Pavia - FacoltÓ di Scienze MMFFNN

Le informazioni di questo sito non sono pi¨ aggiornate. Consultare il nuovo link
Home

HomeDidatticaCorsi › Materiali Biocompatibili

Materiali Biocompatibili

Corsi di laurea:
Biotecnologie industriali
Docenti:
Mustarelli Piercarlo, Bini Marcella
Anno accademico:
2009/2010
Crediti formativi:
6
Ambito:
CHIM/02
Decreto Ministeriale:
509/99
Lingua di insegnamento:
Italiano

ModalitÓ

esame orale

Prerequisiti

Qualche nozione basilare di chimica

Programma

Il corso inizia dalla definizione di biomateriale e di biocompatibilitÓ. Dopo qualche richiamo sul legame chimico, si passa alla definizione di stato solido e alla classificazione delle principali classi di solidi e ai loro principali difetti. Si definiranno poi le principali proprietÓ meccaniche e plastiche dei materiali. Gran parte del corso occuperÓ lo studio delle principali tecniche di studio delle superfici dei biomateriali (tecniche spettroscopiche, termiche, microscopiche e misure di angolo di contatto). Infine si affronteranno le principali tecniche di modifica della superficie dei biomateriali (silanizzazione, reazioni chimiche, tecniche al laser o plasma, monostrati autoassemblanti o di Langmuir-Blodgett etc..) utili per modificare la biocompatibilitÓ.
Vengono successivamente affrontate le principali classi di biomateriali: polimeri, ceramici, metalli e compositi.

Bibliografia

Carlo di Bello, Biomateriali (Introduzione allo studio dei materiali per uso biomedico), Patron Editore


Moduli

Docente:
Mustarelli Piercarlo

Programma

Il corso inizia dalla definizione di biomateriale e di biocompatibilitÓ. Dopo qualche richiamo sul legame chimico, si passa alla definizione di stato solido e alla classificazione delle principali classi di solidi e ai loro principali difetti. Si definiranno poi le principali proprietÓ meccaniche e plastiche dei materiali. Gran parte del corso occuperÓ lo studio delle principali tecniche di studio delle superfici dei biomateriali (tecniche spettroscopiche, termiche, microscopiche e misure di angolo di contatto). Infine si affronteranno le principali tecniche di modifica della superficie dei biomateriali (silanizzazione, reazioni chimiche, tecniche al laser o plasma, monostrati autoassemblanti o di Langmuir-Blodgett etc..) utili per modificare la biocompatibilitÓ.

Bibliografia

Carlo di Bello, Biomateriali (Introduzione allo studio dei materiali per uso biomedico), Patron Editore


Docente:
Bini Marcella

Programma

Vengono presentate e discusse in dettaglio le principali classi di materiali per applicazioni medico-biologiche.
1) Polimeri: tipi di polimeri, classificazione in termini delle proprietÓ chimico-fisiche e meccaniche, metodi di polimerizzazione, classi di polimeri di interesse come biomateriali.
2) Ceramici e vetro-ceramici: ceramici tradizionali e avanzati, metodologie di sintesi, principali classi di interesse (allumina, calcio-fosfati, biovetri, carbonio pirolitico).
3) metalli: diagrammi di fase, strutture cristalline, metalli e leghe, principali classi di interesse (ferro, acciai, leghe di titanio, tantalio, nichel, metalli preziosi). La corrosione.

Bibliografia

Carlo di Bello, Biomateriali (Introduzione allo studio dei materiali per uso biomedico), Patron Editore
Materiale fornito dal docente.


Elenco appelli e prove

Nessuna prova presente

Credits: apnetwork.it